STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA E DI RISPOSTA SISMICA LOCALE

La normativa vigente ha imposto l’esecuzione di indagini sismiche sia a livello di pianificazione comunale, attraverso gli studi di microzonazione sismica, sia in funzione della progettazione di opere per il dimensionamento delle fondazioni e delle strutture.

La caratterizzazione sismica e l’analisi di risposta sismica locale dei siti è uno dei punti di forza di Adastra Engineering con più di mille indagini condotte sino ad oggi e numerosissimi studi di microzonazione sismica di I, II e III livello.

Nel campo delle dotazioni hardware e software Adastra Engineering mette in campo strumentazione di moderna generazione e sistemi e codici di calcolo sia industriali che sviluppati in-house garantendo maggiore affidabilità nelle misure.

Valutazione rischio bellico residuo

Analisi della cartografia storica, delle vicende belliche, degli episodi di bombardamento aereo e di artiglieria, dei combattimenti terresti. Raccolta fotografica e aerofotografica da fonti bibliografiche di storia locale. Raccolta di foto aeree dall’Aerofototeca Nazionale a altri archivi. Raccolta di informazioni da Enti, Associazioni e organizzazioni.

Analisi strumentale mediante indagine georadar con sistema multicanale, indagine magnetometrica, elettromagnetometrica e geoelettrica; interpretazione di foto aeree militari, telerilevamento, realizzazione di GIS/CAD integrato.

Indagine magnetometrica
Condotta con Magnetometro al Cesio G-856, tale metodologia è la più efficace in termini di riconoscimento di masse metalliche sepolte. La capacità risolutiva del magnetometro è inversamente proporzionale alla profondità di investigazione. Masse metalliche di grandi dimensioni (bombe d’aereo) possono essere riconosciute fino a qualche metro di profondità in assenza di disturbi ambientali quali guard-rail, rotaie, linea elettrificata del tram, ecc.

Indagine elettro-magnetometrica
Lo strumento DUALEM 2-4-6 consente di raggiungere maggiori profondità (fino a 9-10 m) in condizioni di lavoro ottimali (assenza di campi elettromagnetici indotti). Essendo lo strumento di grandi dimensioni può operare solo in spazi aperti privi di ostacoli.

Indagine Georadar
Condotta con radar IDS Stream X consente di inviare onde radar nel sottosuolo attraverso 16 antenne collocate in uno speciale carrello trainato da un veicolo o movimentato direttamente da operatore. In condizioni anidre il segnale può raggiungere i 3 m di profondità consentendo un’accurata mappatura del sottosuolo.

Indagine geolettrica
E’ svolta tramite infissione di elettrodi nel terreno o attraverso lo stendimento di cavi marini sul fondo del corpo idrico. In entrambi i casi viene immessa corrente nel sottosuolo e contemporaneamente misurata la resistività elettrica che, in presenza di masse metalliche, presenterà dei valori minimi.
Si tratta di un metodo meno risolutivo dei precedenti che tuttavia risente in minor misura delle limitazioni eventualmente imposte dal contesto infrastrutturale.

Analisi della cartografia storica, delle vicende belliche, degli episodi di bombardamento aereo e di artiglieria, dei combattimenti terresti. Raccolta fotografica e aerofotografica da fonti bibliografiche di storia locale. Raccolta di foto aeree dall’Aerofototeca Nazionale a altri archivi. Raccolta di informazioni da Enti, Associazioni e organizzazioni.

Analisi strumentale mediante indagine georadar con sistema multicanale, indagine magnetometrica, elettromagnetometrica e geoelettrica; interpretazione di foto aeree militari, telerilevamento, realizzazione di GIS/CAD integrato.

Indagine magnetometrica
Condotta con Magnetometro al Cesio G-856, tale metodologia è la più efficace in termini di riconoscimento di masse metalliche sepolte. La capacità risolutiva del magnetometro è inversamente proporzionale alla profondità di investigazione. Masse metalliche di grandi dimensioni (bombe d’aereo) possono essere riconosciute fino a qualche metro di profondità in assenza di disturbi ambientali quali guard-rail, rotaie, linea elettrificata del tram, ecc.

Indagine elettro-magnetometrica

Lo strumento DUALEM 2-4-6 consente di raggiungere maggiori profondità (fino a 9-10 m) in condizioni di lavoro ottimali (assenza di campi elettromagnetici indotti). Essendo lo strumento di grandi dimensioni può operare solo in spazi aperti privi di ostacoli.

Indagine Georadar

Condotta con radar IDS Stream X consente di inviare onde radar nel sottosuolo attraverso 16 antenne collocate in uno speciale carrello trainato da un veicolo o movimentato direttamente da operatore. In condizioni anidre il segnale può raggiungere i 3 m di profondità consentendo un’accurata mappatura del sottosuolo.

Indagine geolettrica

E’ svolta tramite infissione di elettrodi nel terreno o attraverso lo stendimento di cavi marini sul fondo del corpo idrico. In entrambi i casi viene immessa corrente nel sottosuolo e contemporaneamente misurata la resistività elettrica che, in presenza di masse metalliche, presenterà dei valori minimi.

Si tratta di un metodo meno risolutivo dei precedenti che tuttavia risente in minor misura delle limitazioni eventualmente imposte dal contesto infrastrutturale.